indietro

RAGAZZI NEWS n. 43 - Buon compleanno, Walt Disney

TopolinoNasce Mickey Mouse

Disney e i suoi lavorano come matti, giorno e notte. E sforbicia qua e modifica là, si accogono che, con qualche piccola modifica, accorciando le orecchie e trasformando la coda, il buon vecchio Oswald poteva essere trasformato in un... topo. Walt ha una fantasia sfrenata nell'inventare gag e nel creare situazioni interessanti. Ub é un genio della matita, capace di produrre ben circa 700 disegni al giorno, spesso solo nelle ore serali, quelle dedicate alle sperimentazioni! Risultato: l'animazione "Plane Crazy".
TopolinoProtagonista: Mickey Mouse, che in realtà avrebbe dovuto chiamarsi Mortimer... Troppo sdolcinato, secondo il parere di Lillian; al contrario di Mickey, nomignolo sbarazzino e divertente. E così fu. Siamo nel 1928. Nel cinema ha appena fatto il suo ingresso il sonoro. E così Walt e Iwerks, investendo tutti i loro risparmi (ormai, infatti, i rapporti con la Universal si sono deteriorati!), decidono che anche Mickey, e non solo le star hollywoodiane, avrebbe parlato! Il piccolo short animato fa il suo debutto il 18 novembre 1928, al Colony Teather di New York, al termine di un film di guerra. E' un successo straordinario!!!

Topolino anni VentiVengono realizzati a ruota altri cartoni. Ad alcuni, già realizzati, vengono aggiunti sonoro e musiche. Nasce persino la prima serie dedicata al topo, la "Silly Simphonies". Non mancano momenti tristi; l'amico Ub se ne va, attratto da un nuovo contratto propostogli dal nuovo produttore Disney, un certo Pat Powers. Sul piano tecnico, Disney continua a cercare nuove soluzioni. Nel 1932 esce il primo cartoon a colori, "Fiori e Alberi". E di lì a poco, con i "Tre porcellini", si tenta un approfondimento dei personaggi dal punto di vista caratteriale.

Biancaneve e i sette nani

Stega BiancaneveNel 1937 assistiamo ad un'enorme salto di qualità. Viene prodotto "Biancaneve e i sette nani". 20 milioni di persone corrono a vederlo nei primi tre mesi di proiezione. E' il primo cartone animato in grado di competere per lunghezza e struttura narrativa con i film di attori in carne ed ossa. Biancaneve, frutto del lavoro di ben 700 artisti, é il primo lungometraggio d'animazione, con inquadrature originali, panoramiche mozzafiato ed effetti che possiamo definire tridimensionali; grazie anche all'utilizzo di una nuova e colossale macchina da presa: la Multiplane Camera.
FantasiaIl 23 febbraio 1939, "Biancaneve e i sette nani" riceve un Oscar del tutto speciale: una statuetta d'oro accompagnata da sette copie in miniatura. Sempre lo stesso anno esce "Fantasia" che, con la sua marea di effetti speciali, la sua orchestra, la sua storia stravagante e geniale, non piace particolarmente al pubblico. Nel 1941 Disney deve affrontare qualcosa che, anni addietro, forse non avrebbe mai potuto prevedere: uno sciopero generale, organizzato dai sindacati all'interno dei suoi studios. Causa: gli stipendi troppo bassi e la mancanza di riconoscimenti dal punto di vista professionale.

Pippo e gli altri

Gli anni Quaranta vedono l'affermarsi di un nuovo personaggio molto amato dal pubblico: Pippo che inaugura i Goofy Cartoons, in cui viene rappresentato una sorta di uomo medio con tutti i suoi difetti. Un pretesto per sfornare gags a ruota libera!

Negli anni successivi seguono decine di produzioni, più o meno originali.
Alcuni sono dei corti; altri veri e propri film, quali "Cenerentola" (1950), "Alice nel paese delle meraviglie" ( 1951), "Peter Pan" (1953), "Lilli e il Vagabondo" (1955). Lilli e il vagabondoIl 1950 é una data importante anche per un'altro motivo. Esce infatti anche "L'isola del tesoro", il primo film interamente di azione dal vivo. Nel 1959, viene alla luce "La bella addormentata nel bosco", film d'animazione bellissimo ma che fu, all'epoca, un fiasco totale rispetto ai costi sostenuti.
In quegli anni viene inaugurato anche Disneyland, ad Anaheim in California, uno dei primi parchi di divertimento. Una notevole boccata d'ossigeno per gli studios perennemente in deficit! Anche gli anni Sessanta sono ricchissimi di uscite: a cartoni animati si alternano lungometraggi animati ( da "La Carica dei 101" a "La spada nella roccia" a "Il libro della Giungla") e film come Mary Poppins del 1964.
La mattina del 15 dicembre 1966, Walt Disney, dopo un periodo di malattia, muore lasciandosi alle spalle un vero e proprio Impero che ancora oggi sforna, ogni anno, bellissimi film d'animazione e non.

ShrekApprofondiamo Insieme - Produzioni Disney

Per conoscere le tappe fondamentali delle produzioni Disney:

Anni Settanta - Anni Ottanta - Anni Novanta - Duemila

Francesca Virgilietti

P.S. Hai qualche curiosità? Hai da proporre qualche Ragazzi News? SCRIVICI!

-le immagini pubblicate sono Walt Disney Company-

pagina 2 di 2
Paragrafi
L'infanzia
I primi cartoni
Nasce Mickey Mouse
Biancaneve e i sette nani
Pippo e gli altri
Scheda
Mickey Mouse
Approfondimento
Produzioni Disney

stampa questa pagina stampa questa pagina
link utili su Girotondo link Girotondo sui cartoons
archivio degli articoli archivio degli articoli precedenti

GiroNEWS

torna all'home page di GiroNEWS
avanti