indietro

pagina 2 di 2
Paragrafi
La cartapesta
Le maschere

stampa questa pagina stampa questa pagina
link di Girotondo link Girotondo sul Carnevale
archivio degli articoli archivio degli articoli precedenti

Legenda argomenti:
Storia - Politica
Universo
Scienze
Curiosità
Arte - Letteratura
Costume - Società - Spettacolo

COME & PERCHÉ n. 23 - Come si fanno le maschere di cartapesta

ASCIUGATURA - Quando la carta di giornale si è sufficientemente rammollita, tiratela fuori dalla bacinella strizzandola il più forte possibile con le mani, in modo da formare delle palle. Buttate via l'acqua dalla vaschetta e rimettete la carta strizzata nel recipiente, versate un po' di colla e cominciate ad impastare con forza il tutto.
cartapestaLa pasta assumerà graduatamente un bel colore grigio e diventerà liscia.
Lavoratela a lungo come se doveste fare una torta, in modo da ottenere un impasto omogeneo. Se tende a dividersi in tante palline, nessuna paura: aggiungete un po' di colla. Con questo dipo di cartapesta potrete facilmente fare oggettini, bamboline, etc. etc. ...

Le maschere

maschera di CarnevaleE le maschere? Come farne una rapidamente e nel modo più semplice possibile? E che cosa mi serve? Innnanzitutto fogli di giornale, carta d'alluminio, adesivo, striscie di giornale spalmate di colla e tanta fantasia. Con la carta di giornale modello una forma di faccia lunga 20 -25 cm e larga 20 cm, con un naso in rilievo. L'adesivo mi servirà per tenere il tutto insieme. Rivesto di carta d'alluminio ricoprendo bene i bordi della faccia.

Dopo averla appoggiata su un piano duro (es. una tavoletta di legno), applico le strisce di carta, incollo facendo attenzione che la superficie sia il più possibile liscia e raggiunga uno spessore di 3-4 mm.

Quando la maschera è asciutta, la stacco e ritaglio i bordi con le forbici. A questo punto arriva la parte più divertente: ritaglio i buchi per gli occhi, per il naso e per la bocca, ci dò una mano di bianco da sfondo e mi sbizzarrisco con i colori ed i particolari: baffi, barba, capelli, ma anche linee, particolari geometrici e così via.

maschera venezianaPasso un elastico dietro alla maschera per fissarla sulla testa e da un istante all'altro mi posso trasformare in un cowboy, in un indiano (con l'aggiunta magari di qualche piuma!), o in un essere fantastico precipitato da un pianeta lontano!

A questo punto è arrivato il momento di passare all'azione! Ho appena trovato in un baule un vecchio grembiule a fiorellini da indossare per non sporcarmi. Infatti mi sono dimenticata di dirvi che fare la cartapesta è molto divertente ma anche molto... "sporchevole "! All'opera, dunque!

Francesca Virgilietti

P.S. Hai qualche curiosità? Hai da proporre qualche COME & PERCHÉ ? SCRIVICI!

GiroNEWS torna all'home page di GiroNEWS
avanti