Al circo gli animali soffrono: non visitare i circhi con animali!

Tigri prigioniere in gabbie fredde e strette, elefanti incatenati. Obbligati - con le botte, le bastonate, la frusta - a fare "esercizi" pericolosi e non naturali. Il circo uccide la dignità e la libertà, degli animali tenuti prigionieri a vita, che non sono affatto felici di vivere in gabbia e venire addestrati con la violenza.

Pensaci: per un orso è naturale ballare? Per un elefante è naturale mantenere il proprio peso (diverse tonnellate) sulle sole zampe posteriori? Per le tigri e i leoni è naturale saltare attraverso un cerchio infuocato? Per tutti, è naturale stare in gabbia o incatenati?

Ovviamente, no. In gabbia o incatenati, questi animali impazziscono per la tristezza e la disperazione. Prova a pensare cosa faresti TU se fossi costretto a vivere per sempre in uno sgabuzzino, e uscire solo per prendere frustate e botte!

In questo video qui sotto puoi vedere e sentire la testimonianza di Tom Rider. Per anni, Tom ha lavorato nell'industria del circo come inserviente addetto agli elefanti, nel circo Ringling Brothers Barnum & Bailey e in altri circhi negli Stati Uniti e in Europa. Alla fine, era così nauseato dai maltrattamenti sugli animali di cui era testimone, che ha lanciato l'allarme e ha deciso di informare il mondo di quello che aveva visto.

Stop alla sofferenza degli animali nei circhi

Tom nel video spiega: "Ho visto picchiare gli elefanti, prendere a pugni i cavalli, le tigri frustate e prese a bastonate. Ho visto elefanti legati alla catena per 22 ore al giorno, e tigri tenute in piccolissime gabbie." "Quando vedi che cosa accade a questi animali, questa cosa inizia a distruggerti dentro. Chiedo a tutti i lavoratori dei circhi di smettere di guardare dall'altra parte quando vedono delle crudeltà e di prendere posizione per difendere gli animali. E chiedo al pubblico di non visitare circhi con animali! Solo se nessuno darà soldi a questi circhi pagando il biglietto per questi spettacoli di violenza sarà possibile trasformare tutti i circhi in qualcosa di davvero bello, che mette in mostra la bravura degli artisti e non la sofferenza degli animali!"

Se ami e rispetti gli animali, non andare al circo!

Gli investigatori dell'associazione animalista Animal Defenders International hanno lavorato nei circhi di tutto il mondo, raccogliendo prove della sofferenza patita dagli animali, e rivelando come gli animali sono tenuti imprigionati e fisicamente maltrattati. Nel video puoi vedere degli esempi, solo alcuni dei tanti.

Alcuni circhi in tutto il mondo hanno scelto di non utilizzare più gli animali, valorizzando al meglio la bravura di giocolieri, trapezisti, clown, comici, mimi, contorsionisti. Solo questi circhi senza animali sono da sostenere, quelli con animali bisogna lasciarli perdere.

In alcune nazioni ci sono già delle leggi che vietano di usare animali nei circhi: in Austria e in Bolivia non è consentito usare animali, in Portogallo esiste una legge che vieta di comprare nuovi animali e farne nascere altri in gabbia, così un po' alla volta anche in Portogallo non ci saranno più circhi con animali. In Brasile, Colombia e Perù saranno presto approvate leggi di divieto. Speriamo che anche in Italia si arrivi presto a ottenere una legge così.

Per intanto... non andare al circo, e chiedi ai tuoi amici di fare lo stesso. Così, tutti insieme, potremo evitare tutta questa sofferenza degli animali.

Tutti gli articoli sugli animali